Rocca medievale

La Rocca si sviluppa intorno al mastio medievale di 36 metri risalente al 1242 e circondato da un muro di cinta lungo 40 metri e alto 8. Risulta essere il primo elemento di fortificazione del paese eretto dai reggiani.
Nel corso del XIV e XV secolo l’assetto della Rocca subì sostanziali modifiche ad opera dei Gonzaga che intorno al 1370, per difesa contro le bombarde, alzarono il muro di cinta fino a 14 metri e lo dotarono di quattro torri angolari alte circa 20 metri che verosimilmente erano collegate con il mastio centrale tramite passerelle aeree inserite nei fori dei muri tra le feritoie a strombo. Tutt’intorno al perimetro murario correvano i camminamenti per le ronde di guardia dei soldati. Restano ancora tracce dell’antica merlatura, presumibilmente piatta durante il dominio della guelfa Reggio, e “a coda di rondine” con la ghibellina Mantova.
La Rocca aveva all’interno un vasto spazio nel quale trovavano posto gli ambienti per i soldati, le stalle, i magazzini delle derrate, qualche casa, una chiesa dedicata a S. Maria e la sede del Governatore o del Vicario.
All’esterno, la Rocca era difesa da un profondo fossato che circondava anche la parte abitata a nord, denominata “castello”, cinta da mura e collegata alla Rocca con un piccolo ponte levatoio. Il fossato di difesa, alimentato con l’acqua del vicino canale Tagliata, veniva così ad assumere la forma di un grande “otto” che circondava (e separava) in tutto il suo perimetro il complesso fortificato e quello abitato.
Restaurata nel 1472 dall’architetto Luca Fancelli, chiamato a Mantova dai Gonzaga come collaboratore dell’Alberti, la Rocca non ricoprì mai veramente una funzione residenziale ma, piuttosto, mantenne la sua tipologia di edificio militare, oggi presenza unica di questo genere sul territorio.
In epoca moderna la Rocca è stata adibita a usi abitativi, a sede scolastica e di laboratori artigianali, ed è stata restaurata a più riprese nel 1976-1978 e 1980-1983. Il terremoto del 1985 rese inagibile la Rocca per un periodo di circa dieci anni. Solo nel 1995, infatti, vennero intrapresi i lavori che portarono alla riapertura definitiva al pubblico e alla comunità.

 

Info

[email protected]

Links

Rocca medievale e Mastio

Eventi